Cosa devo fare? se non OPA quando? o se vuoi l’OPA quanto?

la domanda che arriva alle nostre mail è “cosa devo fare?” non è facile rispondere intanto perchè oltre fattori di valutazione oggettiva subentrano per ciascuno di noi dei fattori soggettivi come l’età, la propensione al rischio, la necessità economica…

Una cosa è certa rispetto alla prima OPA, oggi il socio di Maggioranza ha un evidente interesse ad arrivare a delistare parmalat. La pressante campagna di comunicazione anche postale verso molti di noi azionisti è stata chiaramente percepita. Secondo questo principio se vuoi a tutti i costi una cosa che io e a te serve il prezzo lo faccio io: i piccoli azionisti, almeno per questa volta e per questo che siamo “se vuoi l’OPA quanto?” altro che “se non OPA quando?” te lo dico io quando, quando te lo diciamo noi, visti i risultati delle adesioni e del comportamento anche di chi investe professionalmente, che deve essere sempre tenuto monitorato ma non necessariamente imitato. i fondi di investimento operano con logiche diverse dai privati e sopratutto lo stanno facendo come business, noi lo facciamo per investire i nostri risparmi.

la parola chiave è “attendere” chi ci ha ascoltato non ha sbagliato. mai e poi mai consegnare le azioni prima dell’ultimo giorno. Non vi preoccupate se si arrivasse alla percentuale di delisting lo scriveremo su queste pagine.

ATTENZIONE – OPA scadenza prorogata e prezzo aumentato

Si rende noto che l’opa ė stata prorogata al 21 marzo 2017 e il prezzo aumentato a 3 euro.
Si raccomanda ancora di attendere sino all’ultimo, prima di aderire.
Chi ha già consegnato le azioni avrà riconosciuto il nuovo prezzo.

Si fa presente che al momento non si ė ancora raggiunta la soglia delisting quindi non si corre alcun pericolo.

ATTENZIONE – L’Opa non Decolla! – Sofil ferma ad uno 0,26% circa

dopo essere stati tempestati di email vogliamo precisare che la percentuale degli aggiornamenti inserita sino al giorno 19 non è quella dei titoli comprati ma l’adesione rispetto a quelli in circolazione che non sono di proprietà di Sofil sas. in parole povere il 2,qualcosa% riportato sino ad ieri e che appare anche nei comunicati stampa non rappresenta il 2% del capitale ma il 2% del circa 13% ancora in circolazione quindi 0,26%

L’unico riferimento da tenere presente è il “Magic Number” ossia la soglia di azioni che Sofil deve conquistare entro venerdì, pertanto occorre che nel giorno 21 e nel giorno 22 avvenga la consegna di almeno 17 milioni di azioni al giorno sia il 9 che il 10 marzo. Considerato che in tutti i 20 giorni di opa la consegna è stata di circa 4 milioni con una media giornaliera di circa 200.000 azioni sarà molto difficile che Sofil raggiunga il target.

Perchè non si corre il rischio di rimanere soci di una società non quotata?

La pag. 34 del documento di offerta dice:

B.1 Raggiungimento di una partecipazione complessiva superiore al 90%, ma inferiore al 95%, del capitale sociale dell’Emittente
Qualora:
(i) l’Offerente, unitamente alle Persone che Agiscono di Concerto, venga a detenere, per effetto delle adesioni all’Offerta (ivi inclusa l’eventuale Riapertura dei Termini) e di eventuali acquisti effettuati al di fuori dell’Offerta medesima, ai sensi della normativa vigente, entro il Periodo di Adesione ovvero durante l’eventuale Riapertura dei Termini, una partecipazione complessiva superiore al 90%, ma inferiore al 95%, del capitale sociale dell’Emittente; e
(ii) conseguentemente a quanto previsto al precedente punto (i) si verifichino i presupposti per l’Obbligo di Acquisto ai sensi dell’art. 108, comma 2, del TUF;
gli azionisti dell’Emittente che non abbiano aderito all’Offerta avranno diritto di chiedere all’Offerente di acquistare le loro Azioni, ai sensi dell’art. 108, comma 2, del TUF ad un corrispettivo per ciascuna Azione, che sarà pari al Corrispettivo ai sensi dell’art. 108, comma 3, del TUF ovvero al corrispettivo determinato dalla Consob ai sensi degli artt. 108, comma 4, del TUF e 50 del Regolamento Emittenti.
Ai sensi dell’art. 2.5.1, comma 6, del Regolamento di Borsa, a seguito del verificarsi dei presupposti dell’Obbligo di Acquisto ai sensi dell’art. 108, comma 2, del TUF, Borsa Italiana disporrà la revoca delle Azioni dalla quotazione sul MTA. Pertanto, a seguito dell’adempimento all’Obbligo di Acquisto ai sensi dell’art. 108, comma 2, del TUF, le Azioni saranno revocate dalla quotazione sul MTA e gli azionisti di Parmalat che non abbiano aderito all’Offerta e che non abbiano richiesto all’Offerente di acquistare le loro Azioni in dipendenza dell’Obbligo di Acquisto ai sensi dell’art. 108, comma 2, del TUF (fermo restando quanto previsto al successivo punto B.2), saranno titolari di strumenti finanziari non negoziati in alcun mercato regolamentato, con conseguente difficoltà di liquidare il proprio investimento.

B.1 Raggiungimento di una partecipazione complessiva superiore al 90%, ma inferiore al 95%, del capitale sociale dell’Emittente
Qualora:
(i) l’Offerente, unitamente alle Persone che Agiscono di Concerto, venga a detenere, per effetto delle adesioni all’Offerta (ivi inclusa l’eventuale Riapertura dei Termini) e di eventuali acquisti effettuati al di fuori dell’Offerta medesima, ai sensi della normativa vigente, entro il Periodo di Adesione ovvero durante l’eventuale Riapertura dei Termini, una partecipazione complessiva superiore al 90%, ma inferiore al 95%, del capitale sociale dell’Emittente; e
(ii) conseguentemente a quanto previsto al precedente punto (i) si verifichino i presupposti per l’Obbligo di Acquisto ai sensi dell’art. 108, comma 2, del TUF;
gli azionisti dell’Emittente che non abbiano aderito all’Offerta avranno diritto di chiedere all’Offerente di acquistare le loro Azioni, ai sensi dell’art. 108, comma 2, del TUF ad un corrispettivo per ciascuna Azione, che sarà pari al Corrispettivo ai sensi dell’art. 108, comma 3, del TUF ovvero al corrispettivo determinato dalla Consob ai sensi degli artt. 108, comma 4, del TUF e 50 del Regolamento Emittenti.
Ai sensi dell’art. 2.5.1, comma 6, del Regolamento di Borsa, a seguito del verificarsi dei presupposti dell’Obbligo di Acquisto ai sensi dell’art. 108, comma 2, del TUF, Borsa Italiana disporrà la revoca delle Azioni dalla quotazione sul MTA. Pertanto, a seguito dell’adempimento all’Obbligo di Acquisto ai sensi dell’art. 108, comma 2, del TUF, le Azioni saranno revocate dalla quotazione sul MTA e gli azionisti di Parmalat che non abbiano aderito all’Offerta e che non abbiano richiesto all’Offerente di acquistare le loro Azioni in dipendenza dell’Obbligo di Acquisto ai sensi dell’art. 108, comma 2, del TUF (fermo restando quanto previsto al successivo punto B.2), saranno titolari di strumenti finanziari non negoziati in alcun mercato regolamentato, con conseguente difficoltà di liquidare il proprio investimento.

OPA Giorno 19

Data 07/03/17
Adesioni 2.297.643,00
progessivo 4.189.480,00
% adesione 1,84%
Magic Number 39.571.618,00
numero azioni mancanti 35.382.138,00

OPA Giorno 18

Data 04/03/17
Adesioni 354.092,00
progessivo 1.891.837,00
% adesione 0,83187%
Magic Number 39.571.618,00
numero azioni mancanti 37.679.781,00